Contempoary Visions

Contemporary Visions

Nel 2013, da un’idea di Valeria Valenza, germanista e scrittrice specializzata in didattica delle civiltà, nasce il progetto La Favola – Bridge che si sviluppa fra la Val di Noto, nella Tenuta La Favola di Noto, e gli Stati Uniti. Concepito a New York da Valenza con l’apporto di Cristina Bertarelli, economista e coach specializzata in approccio e sostegno alle expats, pone l’attenzione sulle diversità culturali per allontanare e sostituire il vuoto relazionale e lo sradicamento sociale, affettivo e identitario che si determina in individui che si approcciano a civiltà diverse, nella volontà di convivenza pacifica e di integrazione, per una maggiore consapevolezza e conoscenza di sé e della natura. I contatti con gli States, tenuti da Valenza che cura anche la direzione del progetto, concorrono ad internazionalizzare l’isola siciliana da sempre crocevia e collegamento fra Est e Ovest, Nord e Sud, mondi apparentemente non comunicanti che qui si sono fusi armonicamente. Altro obiettivo è quello di educare i giovani al cambiamento, in merito a ciò il progetto è stato presentato all’UNIS – Scuola Internazionale delle Nazioni Unite – ed è stato formulato un programma-studio di civiltà, che prevedeva l’ospitalità presso la Tenuta, basato su strategie di grounding per gli expat di lingua italiana e differente etnia. All’interno di La Favola – Bridge è nato poi il progetto Bridge Art che si sviluppa nell’ambito dell’arte contemporanea la cui direzione artistica è stata affidata a Lori Adragna.

 

Bridge Art è uno spazio fisico e insieme concettuale. Il suo cuore pulsante è la Tenuta La Favola nella Val di Noto, un luogo simbolico dalla natura potente crogiolo di tradizioni e suggestioni, patrimonio dell’uomo e dal 2002 patrimonio dell’umanità UNESCO. Bridge art è una visione condivisa per trasformare idee in azioni, stimolando a loro volta altre idee che attraverso ponti avvicinino spazi, modifichino luoghi. Creino esseri nuovi. E’ una piattaforma multiculturale, occasione di incontri, di scambio di idee, di suggestioni, di gesti ancora incompiuti che aspettano di concretizzarsi in forma, in opere, in mezzi che si pongano e propongano quesiti, provochino, muovano pensieri e insieme altre azioni in un andare e venire che è la vita. Che è l’arte contemporanea.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + dodici =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>